Cartier-Bresson

Ho avuto occasione di andare alla mostra fotografica, alla villa reale di Monza, in cui vi erano esposte opere di Henri Cartier-Bresson, un genio.

Non pretendeva nulla dai suoi soggetti spesso inconsapevoli di essere tali, si appostava e aspettava, ore e ore, ma la volta in cui scattava, lui scattava.

Non abusava della fotografia, attendeva e colpiva. Nonostante aspettasse tanto tempo i suoi soggetti sono dinamici, soprattutto nelle fotografie del suo periodo surrealista, i soggetti sono colti in movimento, racchiuso in ore e ore di studio.

(Vi invito a scoprire questo fotografo, lui e la sua paradossale attesa)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...